“Di ritorno da questo viaggio i miei occhi brillano di emozioni…” (2016)

Cardboard suitcase, methacrylate, neon

Partire per viaggiare, viaggiare e non partire… Ma importante è wherever you go there you are
Si può viaggiare in tanti modi: c’è chi viaggia e non parte mai, c’è chi parte e va lontano senza bisogno di viaggiare; c’è chi… parte e viaggia. Viaggiare fisicamente o solo mentalmente, diventa un “viaggio nel viaggiare” Un viaggio ha spesso una meta che si proietta sull’immaginario del presente verso il futuro, colmo di aspettative, di attese, speranze per nuove scoperte, il fascino delle novità, i… sogni, sognare di andarsene. A volte è anche piacevole lasciarsi trasportare senza cercare l’aspettativa: quel che viene, viene… assaporando meglio l’evento. Altre volte diventa una vera conquista realizzare ciò che ci si è preposto con impegno di raggiungere. Resta il fatto che il vero desiderio riguarda solo la voglia di allontanarsi: “Non importa dove(C.Baudelaire) L’opera vuole porre in questa situazione di viaggio nel viaggiare; diventa una interrogazione diretta sul viaggiare e non partire e inizia dal ritrovamento di una valigia di cartone, abbandonata vicino alla spazzatura, davanti allo studio dell’artista… riconducendo per qualche attimo all’immaginario dell’immigrazione. La luce al neon blu amplifica il viaggio mentale, lasciandoci trasportare in un percorso sinuoso nel labirinto dei pensieri.