“FILI…” (2004)

Metacrilato, neon

Uncinetto: m. 3 – cm. 3 Ø
Neon: m. 5 – mm. 15 Ø

L’installazione Fili prosegue la ricerca già iniziata anni fa da Laura Ambrosi circa il tema dell’abito. Più che al tessuto e alla stoffa, l’artista è interessata a tutto quello che lega e tiene insieme le varie parti di un indumento, come se l’anima dell’abito fosse la sua cucitura, il gesto stesso che, con ago e filo, diventa le fondamenta del vestito.
L’uncinetto e il filo rappresentati da Laura Ambrosi sono però strumenti insoliti, di proporzioni gulliveriane rispetto all’esile figura dell’artista, e di materiali luminosi e trasparenti.
Date le dimensioni, il metacrilato e il neon diventano veri e propri strumenti che ‘perforano’ le pareti della galleria, che attraversano i vetri portando ciò che sta dentro la galleria sulla strada e viceversa. Segni luminosi tra il dentro e il fuori, tra il pubblico e il privato che, rimbalzando tra i due spazi, ripercorrono i gesti ripetitivi e quotidiani di un’ipotetica sarta, dei passanti pendolari dei portici, del
sali e scendi della vita. (Claudio Cravero)