“GOMITOLI” (2004)

Metacrilato, neon

Dimensioni varie

Laura Ambrosi con l’opera Gomitoli prosegue una ricerca iniziata già da diversi anni attorno al tema dell’abito, del vestiario, delle forme del costume e della moda con finalità ironiche e iperreali. Abiti in metacrilato assolutamente incapaci di contenere i corpi umani, di aderire alla pelle, di adattarsi alle forme e ai movimenti dell’essere. Il dominio delle apparenze sottoposto a un costante processo distorcente di cui le frequenti luci al neon possiedono un carattere onirico. Un vestito luminoso lo si era visto nei fumetti, ma quando l’arte crea gomitoli di filo o attaccapanni con tubi fluorescenti la percezione dell’oggetto si fa controsenso virtuale di una realtà oggettuale spessa ma impalpabile e inafferrabile. Come sostenere il peso dell’ombra in questo nuovo mondo rischiarato apparentemente in tutti i suoi angoli più nascosti e invece dilaniato e squassato perché colpito nella logica che tiene insieme le sue
relazioni formali? (Mario Bertoni)