“LA BORSA DI WINNIE” (2001)

PVC, video

borse con diverse dimensioni: m. 2.40 x Ø120; m. 2.70 x Ø1.20; m. 2.80 x Ø1.25; m. 3.70 x Ø1.65

Installazione di enormi borse, ciascuna delle quali racconta elementi del mio essere. Contengono tracce video e un sonoro dell’acqua. Le immagini riguardanti la mia persona sono autoscatti realizzate con macchina digitale e rielaborate a computer. Le immagini del volo sono state scaricate da internet e rielaborate. Il sonoro dell’acqua è tratto dal cd mers & ocean Nature découvertes. Alcune borse sono vuote e rappresentano il futuro tutto da riempire.
Winnie, la voce dialogante di “Giorni felici” di S. Becket, per tutto l’atto teatrale apre e chiude la sua borsa ed estrae cose su cose, i suoi oggetti più comuni… Rifletto allora sulla mia borsa, sul suo contenuto, il mio vissuto passato, presente e futuro. Cosa ho messo dentro?…, cosa voglio tirar fuori?… Sono tante le cose che ho dentro. Penso alla mia vita, alla mia persona, ai miei occhi, al mio sguardo: tracce del mio essere che scrutano la realtà fatta di passioni e sogni. E allora il mio sogno più amato, quello del volo… è tempo di realizzarlo: un volo libero e in libertà come vuole essere la mia anima. E ancora l’acqua, mio elemento principale. Resta poi il vuoto, quanto tempo ancora per riempirlo… non ho fretta! (Laura Ambrosi)