“WELCOME CHINA” (2000)

Metacrilato, cristal

Misure determinate dall’ambiente

L’installazione “WELCOME CHINA” vuole essere un’opera di “Benvenuto” al paese ospite di BIG Torino 2000, Biennale Arte Emergente.
L’intenzione è quella di “tradurre in cinese” l’installazione Oggetti privati 1998 : una distesa di indumenti come pretesto di incontro e scambio per evocare un gesto quotidiano, indumenti, interpretati e letti nel sistema cinese.
Aste in policarbonato trasparente, evocative del bamboo, sporgono dalle aperture della facciata, alle quali verranno appesi indumenti in plexiglas e magliette siliconate con la scritta del titolo in cinese.
La “facciata” delle Porte Palatine, con queste “finestre spalancate”, oltre alla bellezza imponente che offre all’installazione, acquisisce anche un significativo esempio di “apertura” verso una nazione ospite della manifestazione.
Il giorno dell’inaugurazione l’artista offre ai presenti un piccolo multiplo, relativo all’installazione. (Laura Ambrosi)