“AGONI-A LIGHT” (2005)

Metacrilato, neon

Aghi in metacrilato trasparente cm 180 ø 3 – 100 ø 2,5
cm 120 x 180 x 100


Una gugliata di filo al neon e enormi aghi trasparenti infilati su una pezza bianca caratterizzano l’anima dell’installazione. Aghi e fili…, ricollegabili ai miei abiti da “cucire” in metacrilato, ma anche alla mia vita di ogni giorno, piena di cose splendenti e a volte pungenti…
L’abito è il tema al quale si dedica Laura Ambrosi, ingigantendo a dismisura gli strumenti necessari a confezionare un vestito.
Nel caso di Ambrosi, l’ironia di matrice surrealista, tesa ad amplificare fino all’eccesso il senso della vita di tutti i giorni rappresentato dall’oggetto comune, annulla qualunque esito di quotidianità e di intimità. Una volta collocata nel castello, “Agugliata Light”, in ragione delle dimensioni diviene puro segno al confine estremo tra scultura e pittura, luogo fisico di emanazione di energie e di tensioni, assurdo quanto lo può essere un brandello di vita estrapolato dal contesto e isolato in uno spazio pubblico, e tuttavia ugualmente rigoroso quanto le linee architettoniche della fortezza. Con il filo luminoso del neon, Ambrosi tesse la propria storia, ma come bizzarria, come forma ermetica che non vuole raccontare, come ritmo sinuoso che restituisce della storia un andamento a passo di danza. (Mario Bertoni)