“APPENDI LUCE” (1998)

Metacrilato colato, neon

Dimensioni h. 280 mm. L. 400 mm. Ø 20 mm.

Modello Depositato


L’ideazione di questo tipo di fonte luminosa nasce dall’esigenza di creare un oggetto dal design molto semplice, moderno ed armonioso che offre l’oppourtunita di infinite soluzioni compositive. Da parete o da tavolo è composto da un neon a forma di appendiabito, montato su un supporto in metacrilato colorato trasparente o opaco, all’interno del quale trovano spazio gli elettrodi, i cavi ed il trasformatore elettronico, appositamente visibili. E’ disponibile in diverse tonalità di colori. Abbinabili all’Appendiluce, si accosta qualche “Gruccia Appendiabito”, reallizzati in plexiglas utilizzando l ostesso disegno da appendere alla parete attraverso aste sagomate in plexiglass trasparente con uno o più posti. Gli “Appendiluce” sono stati esposti al Lingotto di Torino, tra le iniziative dell’edizione di febbraio ’98 di expocasa-Expovivre, per il Concorso LUCI & OMBRE: Premio ARTE & DESIGN, selezionati da una Giuria presieduta da Ettore Sottsass e composta dalla stilista Laura Giugiaro, dall’artista Piero Gilardi e dal critico d’arte Guido Curto.